La Repubblica degli Stagisti

In un tempo di precari, fuga di cervelli e di co.co.co e co.co.pro volevamo provare a dare alle cose una diversa luce, un altro punto di vista.

Vedere i tanto famosi “stage” attraverso gli occhi di chi questo percorso lo ha compiuto da noi. E’ il nostro modo di ringraziare questi giovani che sono riusciti  ad accrescere in modo unico il valore umano della effe erre congressi. Abbiamo, perciò, chiesto ad alcuni di loro di raccontarci la loro esperienza con noi.

E così hanno risposto:

“… Ogni nuova esperienza porta con se’un carico emotivo in cui depositiamo le nostre personali aspettative, paure, ansie, e sottese speranze… L’esempio di Alessandra e Roberta Saioni, due professioniste, due sorelle così diverse, due donne meravigliose dalle quali apprendere gli strumenti necessari per riuscire ad affrontare il competitivo mondo del lavoro, con la serenità e il colore tipici di una famiglia… Alla Effe Erre ho imparato a credere in me stessa, a sperimentare le mie potenzialità, a non aver paura di affrontare il futuro. Ho imparato che dietro ad un arrivederci, non si nasconde un addio. Oggi, a distanza di anno continuo a sentirmi parte integrante di una splendida famiglia.Raffaella Gravante

“In Effe Erre Congressi ho incontrato delle persone che amano quello che fanno, che mi hanno insegnato tanto e mi hanno dato anche la possibilità di esprimere le mie idee. Inoltre ho avuto la fortuna di partecipare alla fase embrionale dell’altro ramo aziendale che si occupa invece dei Green Meetings.
Ho conosciuto uno staff che lavora duro e non lascia nulla al caso…che dire… “amazing work experience. Vincenzo Di Gennaro

Come ogni storia, piccola o grande che sia, anche questa ha un inizio e tale inizio coincide con il mio colloquio alla Effe Erre in cui ebbi il primo fugace contatto con le sorelle Saioni. All’epoca non ero affatto fiducioso sulle mie possibilità e temevo di non aver sortito una buona impressione su Roberta ed Alessandra, quindi, capirete lo stupore di quando fui contattato per iniziare lo stage. Da quel momento in poi ho vissuto un’esperienza che mi ha cambiato. Vorrei ringraziare Roberta ed Alessandra non solo per la fiducia che mi hanno dato e che spero sia stata ripagata, ma anche per la pazienza nel comunicare con chi come me si accostava ad un mondo totalmente nuovo come quello congressuale, per la disponibilità nei confronti delle mie esigenze di studente, per aver contribuito a migliorare la mia autostima attraverso parole semplici ma incisive, per avermi offerto l’opportunità di visitare posti straordinari, per avermi fatto sentire parte di una famiglia, per avermi raccontato le loro affascinanti storie di vita e per avermi fatto apprendere tantissime cose che non conoscevo. Vorrei ringraziare Giovanni per essere entrato nella mia vita ed aver condiviso con me questo pezzettino di strada e, per ultimo ma non ultimo un grazie anche a Siluro per la quantità smisurata di coccole che mi ha donato “ Luigi De Caro

“Sono arrivata ad Effe Erre timida, insicura, impacciata. Dopo tanti sacrifici finalmente avevo la possibilità di misurarmi con quel mondo che avevo sempre sognato e immaginato. Oggi, concludo questa esperienza più sicura, più consapevole e soprattutto più determinata e lo devo solo a Roberta e Alessandra, guide sempre attente e premurose che non hanno mai smesso di sostenermi nemmeno dinanzi ai miei errori ma soprattutto due grandi Amiche con cui ho condiviso mesi indimenticabili fatti di sfide, soddisfazioni ma anche tante risate. Poche righe non basteranno mai ad esprimere quanto mi abbiano arricchita personalmente e professionalmente facendomi sentire sempre parte attiva  di un grande progetto di collaborazione e soprattutto di crescita. Mi hanno aiutata a capire chi sono e cosa davvero voglio fare, insegnandomi il coraggio, la determinazione ma soprattutto trasmettendomi l’immensa passione e devozione per questo lavoro magnifico, ma pieno di difficoltà.Il senso profondo della mia esperienza in Effe Erre credo sia proprio questo, l’aver fatto parte di una seconda famiglia, e qualunque strada prenderò non dimenticherò mai dove e grazie a chi, ho mosso i miei primi passi.” Alessia Crocifoglio

“Lo stage in Effe Erre è stata un esperienza costruttiva non solo a livello professionale ma anche umano, grazie alle sorelle Alessandra e Roberta Saioni, nonché il mio ex collega Giovanni  ho imparato un bel po’ di cose ma soprattutto ho conosciuto l’importanza del tema della sostenibilità ambientale.Durante i mesi in azienda occupandomi di alcune fasi della gestione di un evento Green è maturato in me un senso di responsabilità e rispetto per l’ambiente che mi circonda.Non a caso l’oggetto del mio lavoro di tesi sui Green Port s e sulla Gestione dei  Rifiuti in ambito Marittimo – Portuale nasce da un idea maturata durante la mia vita da stagista.Oggi  dico grazie a  tutti voi  perché avete arricchito il mio bagaglio culturale,  ma soprattutto grazie perché credete in me.Il “gatto” di Effe Erre Congressi fa parte dei miei ricordi più belli.Susy Cangianiello

“Riassumo così i miei “primi” due anni partiti proprio da uno stage:
Dicembre 2010: 86 kg, 1 pacchetto di Merit al giorno, ” senza arte né parte”, hamburgher, patatine fritte e molto Dark.
Dicembre 2012: 71 kg, ex-fumatore, book creativo, sgombro e spinaci in barattolo di vetro (riciclato), abbastanza Green.
Tutto senza aver pagato una lira dallo Psicoterapeuta.La riconoscenza non sarà mai abbastanza. Giovanni Salzano

Parole che hanno il sapore  di speranza e di energia positiva.

Ed è per questo che abbiamo deciso di condividerle con tutti voi : l’energia positiva e la costruzione che vi auguriamo per questo Natale e per tutto il 2013.

Da tutti noi….  Buone feste!

Sandra, Roby, Giovanni e tutto lo staff

The Republic of Trainees

In a precarious time, brain drain and co.co.co and co.co.pro we woul like to try to give a different light to things, a different point of view.

Let you see the more famous “INTERNSHIP” through the eyes of people who has made this journey with our company.

It’s our way for thanking these young people who have managed to increase uniquely the human value  of “Effe Erre congressi”. So we have asked to some of them to tell us something about their experience with or company.

And so they replied:

Every new experience have an emotional burden where we deposit our personal expectations, fears, anxieties, and hopes… The Alessandra and Roberta Saioni’s example: two qualified professionals, two sisters so different, two wonderful women from whom learn the necessary tools being able to face the competitive world of work with serenity and harmony, as like family! I learned to believe in myself, to practice my potential, to not be afraid to face the future. I learned that behind a goodbye, are not hiding a farewell. Today, after one years, I ever feel an integral part of this wonderful family.” Raffaella Gravante

“Working for Effe Erre Congressi I met people who love their job, people who taught me so much and even gave me the opportunity to express my ideas. I also had the good fortune to participate in the embryonic step of their business branch which is focused on Green Meetings. I met a staff that works hard and paid attention to the detail … what about ? Amazing work experience.” Vincenzo Di Gennaro

“Like any history, this one has a beginning and it coincides with my interview at Effe Erre Congressi, when I met the Saioni’s sisters. In that time I was not confident about my chances and I was afraid not to have had a good impression of Roberta and Alessandra, therefore, you should understand the amazement when I was contacted to begin my internship with them. From that moment, I had an experience that changed me. I would like to thank Roberta and Alessandra not just for the trust that they have given on me ( I hope it has been repaid ) but also for their patience in communicating with people who, as like me, are approached to a whole new world like this one of congress and to the availability that they have given to me for my needs of continuing studying, for helping me to improve myself using simple but incisive words, for giving me the opportunity to visit extraordinary places, for making me feel part of a family, for having shared their fascinating life stories with me and for let me learn a lot of things that I did not know. I would like to thank Giovanni for being part of my life and sharing with me this piece of road and. . . at last but not least thanks to Siluro to the huge amount of pampering that has given to me ” Luigi De Caro

When I arrived to Effe Erre I was timid, insecure, self-conscious. After so many sacrifices finally I had the chance to measure myself with the world that I had always dreamed and imagined. Today, I conclude this experience more safer, aware and determined; I have to thank to Roberta and Alessandra, always careful and thoughtful guide who never stopped to support me even when I had more than one my mistake but especially two great Friends with whom I shared unforgettable months made of challenges, satisfactions but also many laughs. A few lines will never be enough to express how much they have enriched me personally and professionally and making me feel increasingly active part of a large project focused on collaboration and growth. They helped me to understand who I am and what I really eould like to do, teaching me the courage, determination and demonstrating me the immense passion and devotion for this wonderful work even if it is full of difficulties. The deep sense of my experience in Effe Erre I think is just this one, having been part of a second family, and every road I will take I’m sure that I will never forget where I took my first steps.” Alessia Crocifoglio


“The internship in Effe Erre was a constructive experience as professional then human, thanks to the Alessandra and Roberta Saioni’s sisters and my ex-colleague Giovanni I learned a lot of things but mostly I knew the importance of environmental sustainability. During the months, working of some of the management steps of a Green event has matured on me a sense of responsibility and respect for the environment that surrounds me. No coincidence that the subject of my thesis work regarding -Green Port and the Management of waste in the Maritime and Port area – was born from an idea developed during my life as an intern. Today I thank to all of you because you have enriched my cultural background and especially because you believe in me. The Effe Erre Congressi’s “cat” is part of my better memories.” Susy Cangianiello


“I summarize in this way my first two years started from an internship:
December 2010: 86 kg, 1 package of Merit a day, without work, hamburgers, french fries and… a very dark style.
December 2012: 71 kg, ex-smoker, creative book maker, mackerel and spinach (in glass jar recycled), All my life is Green now!
All of this without having paid a penny to the psychotherapist. Gratitude will never be enough.” Giovanni Salzano

Words that have the same flavor of hope and positive energy.

That’s why we decided to share this with all of you:

“The positive energy and construction that we wish for this Christmas and next year”

Happy Christmas Time !

Sandra, Roby, Giovanni and the entire Staff

Traduzione a cura di Hilary Di Leva

Follow us on

Share

0 Responses to “La Repubblica degli Stagisti”


  1. No Comments

Leave a Reply




 

dicembre: 2012
L M M G V S D
« ott   apr »
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31