Voglia di un congresso a Napoli? Leggi come fare!

Hai bisogno di un’agenzia di organizzazione congressi a Napoli? Scegli la Effe Erre Congressi e avrai per te una delle agenzie di organizzazione congressi migliori sul territorio.

Continue reading ‘Voglia di un congresso a Napoli? Leggi come fare!’

Share

5 Tips per eventi ecosostenibili

5 TIPS PER EVENTI SOSTENIBILI

Nei giorni scorsi si è tenuto a Milano un seminario rivolto agli addetti al settore congressuale, organizzato da Federcongressi & Eventi, che ha avuto lo scopo di sensibilizzare gli operatori sui vantaggi delle nuove norme sulla certificazione internazionale per la sostenibilità ambientale, economica e sociale.

effe erre congressi da anni ha sposato la filosofia del green, del riuso, e perseguito l’obiettivo del basso impatto ambientale nei meeting da noi organizzati.

In particolare, lo scorso luglio si è tenuto a Napoli il 32esmio EGOS Colloquium, di cui effe erre congressi ha curato tutti i servizi. Tra i nostri obiettivi c’era quello di rendere questo grande evento un evento green, un evento targato effe erre.

Ma cosa vuol dire realizzare eventi sostenibili? Quali strategie pratiche si possono attuare per diminuire l’impatto ambientale di un evento? Ecco alcuni suggerimenti.

1. ECOSOSTENIBILITÀ: gli allestimenti

Prediligere allestimenti modulabili, in materiale leggero e riutilizzabile: in occasione del 32esimo EGOS Colloquium i desk di registrazione, i totem, le paline e i badge dei partecipanti sono stati realizzati con cartone, interamente proveniente da raccolta differenziata. Ed erano anche bellissimi, aggiungerei.

2. IMPATTO SOCIALE: valorizzare il territorio

Perseguire l’obiettivo della sostenibilità nell’organizzazione di un meeting vuol dire anche valorizzare le realtà territoriali. Ci piace selezionare prodotti a km 0 per i nostri catering, ma ci avvaliamo anche della collaborazione di cooperative locali e associazioni, che operano in contesti socialmente difficili e propongono prodotti gastronomici innovativi e gustosi.

Inoltre durante i nostri meeting cerchiamo di farci ambasciatori del nostro territorio, con escursioni e visite ai più bei siti archeologici e artistici che ci circondano, puntando sul settore congressuale come volano dello sviluppo turistico delle nostre città.

3. RIFIUTI E RACCOLTA DIFFERENZIATA

Può sembrare banale, ma questo è un punto da non trascurare! Differenziare e diffondere la cultura del riciclo. Al bando l’uso e getta nelle aree di catering, a meno che non si tratti di materiali biodegradabili, come le stoviglie e la posateria utilizzate in occasione del 32esimo EGOS!

4. RICICLO E SOLIDARIETÀ

Distribuire le eccedenze alimentari, in collaborazione con associazioni benefiche come la Caritas e la Comunità di Sant’Egidio è un punto programmatico imprescindibile per fare in modo che grandi e piccoli eventi possano avere un vero impatto sul territorio.

5. LA TECNOLOGIA AMICA

La tecnologia ci viene incontro e l’ecosostenibilità va di pari passo con l’innovazione. Ecco due esempi:

- le auto elettriche: questa è un’ottima alternativa ai taxi e alla mobilità tradizionale. Oltre ad essere ecologiche, in quasi tutte le città le auto elettriche possono anche accedere alle ztl.

- le informazioni viaggiano attraverso lo smartphone. In occasione di EGOS, tutte le info utili, gli avvisi, il programma e il calendario dell’evento venivano uploadati e condivisi in tempo reale tramite un’App, evitando in questo modo la stampa massiva di materiale informativo: per un meeting green & smart!

Jessica Pentangelo e lo staff di effe erre congressi

Share

Le 5 richieste più strane del congressista

Organizzare congressi può essere davvero entusiasmante, più di quanto si possa credere: può aprirti un mondo sulle abitudini e sulle nevrosi del genere umano.

Quando pensate di aver provveduto a tutti i possibili imprevisti e di aver curato ogni dettaglio, dai transfer alle possibili immaginabili esigenze alimentari (vegetariani, vegani, celiaci, allergici al lattosio, pescetariani, fruttariani, fanatici della dieta Dukan), per ogni convegno ci sarà un congressista in grado di farvi ricredere.

E in certi casi farvi cadere la mascella.

Ecco la nostra personalissima classifica delle più strane e incredibilmente richieste ricevute quest’anno (e sono tutte vere!)

5. Il ritardatario

“Ho prenotato una camera singola per partecipare al congresso, ma ho dimenticato di dirvi che invece vengo con mia moglie, 5 dei miei 8 figli, mio padre e le ceneri di mia nonna. Mi trovereste una camera, che siamo già in aeroporto?”

4. L’ansiosa

Napoli, 22 aprile 2016.

Email di una zelante assistente di una congressista: “Sai dirmi come sarà il traffico il 9 luglio?”

L’ ansiosa 2

Napoli, 6 Luglio 2016.

23:45 del primo giorno di congresso. Il receptionist di un hotel mi trasmette disperato una telefonata dal Sud Africa.

Segretaria della congressista di cui sopra: “Potresti prenotare un taxi per la prof per domani mattina?”

Chiedere direttamente al recepionist (efficientissimo tra l’altro) non era abbastanza rassicurante.

3. Il tifoso

Vico Equense, 28 ottobre 2016.

Congressista francese: “Potresti fare una ricerca online e dirmi se nei dintorni posso comprare una maglietta di Verratti? Se non hai di meglio da fare”.

2. L’incredulo.

Scavi di Pompei, 27 ottobre 2016.

La guida parla da circa un’ora. Congressista X proveniente dall’altra parte del mondo: “Ah, ma quindi è tutto vero? Proprio tutto tutto? Anche questo pavimento? Anche questi muri?” poi ci pensa un attimo “E perché è tutto distrutto?”

1. L’esigente

Napoli, 1 maggio 2016

Il/la congressista esigente è colui/colei che decide di trarre il massimo dall’esperienza congressuale, affidandosi totalmente al tuo buon cuore. Parte in sordina, chiedendo tra una mail e l’altra qualche consiglio su escursioni a Sorrento e alla Grotta Azzurra di Capri. Sonda il terreno, poi butta lì un “mi prenoteresti un’auto privata per questa escursione?”, fino a quando ti ritrovi a inoltrare allo staff di un hotel extralusso un elenco di cose imprescindibili, senza le quali lui/lei non può assolutamente vivere, tra cui: 4 cuscini in piuma d’oca, un frigo vuoto e una stanza asettica, in cui nessuno, dalla notte dei tempi, abbia mai fumato; 3 yogurt magri senza zucchero inodori e incolori, svariati litri d’acqua, sedute interminabili di massaggi, un autista a disposizione.

Mail e richeiste, talvolta, a limite della barzelletta, ma questi sono proprio gli ospiti a cui ti affezioni di più e che ti mancheranno una volta finito il convegno, perché, dopo averti fatto sgranare gli occhi davanti a una mail, o averti lasciato interdetto per un attimo, tutto sommato ti hanno strappato un sorriso e la loro gratitudine sincera dà un senso al tuo lavoro.

Ci avrai ricavato qualche seccatura, ma anche un invito in California.

Jessica e lo staff di frcongressi

Share

Expo, inFOODation e Fantasia!

Tra polemiche, padiglioni incompleti e i milioni di visitatori attesi il 01 maggio alle ore 10:00 il fischio d’inizio di Expo2015.

Nutrire il Pianeta Energia per la Vita” per sei mesi Milano diventerà una vetrina mondiale in cui tutti i Paesi del mondo mostreranno il meglio delle proprie tecnologie per dare una risposta concreta a un’esigenza vitale: riuscire a garantire cibo sano, sicuro e sufficiente per tutti i popoli, nel rispetto del Pianeta e dei suoi equilibri.

Temi questi che per noi di effe erre congressi sono sempre stati il centro della vita privata e aziendale.

Ve lo ricordate Hulk e la nostra rivoluzione green?

Da allora non abbiamo mai smesso di credere che un cambiamento sia possibile e necessario.

L’ecosostenibilità che incontra il cibo sia nei nostri catering sempre di più a Km Zero sia in uno dei nostri ultimi progetti: inFOODation, un magazine on line di enogastronomia e cultura.

inFOODation è un progetto giovane e dinamico, un magazine che concilia, come dice il neologismo, il mondo dell’informazione e quello del Food.

Una linea editoriale fresca e un modo molto “gustoso” di raccontare il mondo e le notizie più importanti.

Un progetto in cui crediamo tanto e di cui abbiamo curato l’idea grafica, la comunicazione e lo sviluppo dell’attività di marketing.

Vi invitiamo pertanto a fare un salto sul sito: www.inFOODation.com e a collegarvi alle pagine Facebook e Twitter sempre aggiornate e piene di contenuti molto interessanti.

Garantiamo noi!

Pronti, Mouse, Click….

Giovanni Salzano

inFOODation

1st May 2015 at 10:00 a.m. Will start the Expo2015; between controversy, incomplete pavilions and millions of expected visitors.

Nutrire il Pianeta Energia per la Vita” Milan for six months will be a global showcase in which all countries of the World will show the best of their technologies giving a concrete answer to a vital need: being able to provide healthy, safe and sufficient food for all peoples in respect and harmony of our planet.

Themes that for our company have always been the center of our business and private life.

Do you remember Hulk and our Green revolution?

Since then we have never stopped believing that there is a possible and necessary way for have a change.

Sustainability meets food in our catering, which is even more focused on local products, and is also in one of our latest projects: inFOODation, an online magazine concentred on food, wine and culture.

inFOODation is a new and dynamic project, a magazine which combines the world INformATION and the world Food.

A young editorial line in a very “tasty way” to inform about the world and the most important news.

A project in which we believe strongly and in which we have edited the graphic idea, the communication and the development of marketing activity.

We invite you to take a look to: www.inFOODation.com, login our Facebook and/or Twitter pages ever updated and full of interesting contents.

Ready, Mouse, Click….

Giovanni Salzano

Traduzione a cura di Hilary Di Leva

Share

La Repubblica degli Stagisti

In un tempo di precari, fuga di cervelli e di co.co.co e co.co.pro volevamo provare a dare alle cose una diversa luce, un altro punto di vista.

Vedere i tanto famosi “stage” attraverso gli occhi di chi questo percorso lo ha compiuto da noi. E’ il nostro modo di ringraziare questi giovani che sono riusciti  ad accrescere in modo unico il valore umano della effe erre congressi. Abbiamo, perciò, chiesto ad alcuni di loro di raccontarci la loro esperienza con noi.

E così hanno risposto:

“… Ogni nuova esperienza porta con se’un carico emotivo in cui depositiamo le nostre personali aspettative, paure, ansie, e sottese speranze… L’esempio di Alessandra e Roberta Saioni, due professioniste, due sorelle così diverse, due donne meravigliose dalle quali apprendere gli strumenti necessari per riuscire ad affrontare il competitivo mondo del lavoro, con la serenità e il colore tipici di una famiglia… Alla Effe Erre ho imparato a credere in me stessa, a sperimentare le mie potenzialità, a non aver paura di affrontare il futuro. Ho imparato che dietro ad un arrivederci, non si nasconde un addio. Oggi, a distanza di anno continuo a sentirmi parte integrante di una splendida famiglia.Raffaella Gravante

“In Effe Erre Congressi ho incontrato delle persone che amano quello che fanno, che mi hanno insegnato tanto e mi hanno dato anche la possibilità di esprimere le mie idee. Inoltre ho avuto la fortuna di partecipare alla fase embrionale dell’altro ramo aziendale che si occupa invece dei Green Meetings.
Ho conosciuto uno staff che lavora duro e non lascia nulla al caso…che dire… “amazing work experience. Vincenzo Di Gennaro

Come ogni storia, piccola o grande che sia, anche questa ha un inizio e tale inizio coincide con il mio colloquio alla Effe Erre in cui ebbi il primo fugace contatto con le sorelle Saioni. All’epoca non ero affatto fiducioso sulle mie possibilità e temevo di non aver sortito una buona impressione su Roberta ed Alessandra, quindi, capirete lo stupore di quando fui contattato per iniziare lo stage. Da quel momento in poi ho vissuto un’esperienza che mi ha cambiato. Vorrei ringraziare Roberta ed Alessandra non solo per la fiducia che mi hanno dato e che spero sia stata ripagata, ma anche per la pazienza nel comunicare con chi come me si accostava ad un mondo totalmente nuovo come quello congressuale, per la disponibilità nei confronti delle mie esigenze di studente, per aver contribuito a migliorare la mia autostima attraverso parole semplici ma incisive, per avermi offerto l’opportunità di visitare posti straordinari, per avermi fatto sentire parte di una famiglia, per avermi raccontato le loro affascinanti storie di vita e per avermi fatto apprendere tantissime cose che non conoscevo. Vorrei ringraziare Giovanni per essere entrato nella mia vita ed aver condiviso con me questo pezzettino di strada e, per ultimo ma non ultimo un grazie anche a Siluro per la quantità smisurata di coccole che mi ha donato “ Luigi De Caro

“Sono arrivata ad Effe Erre timida, insicura, impacciata. Dopo tanti sacrifici finalmente avevo la possibilità di misurarmi con quel mondo che avevo sempre sognato e immaginato. Oggi, concludo questa esperienza più sicura, più consapevole e soprattutto più determinata e lo devo solo a Roberta e Alessandra, guide sempre attente e premurose che non hanno mai smesso di sostenermi nemmeno dinanzi ai miei errori ma soprattutto due grandi Amiche con cui ho condiviso mesi indimenticabili fatti di sfide, soddisfazioni ma anche tante risate. Poche righe non basteranno mai ad esprimere quanto mi abbiano arricchita personalmente e professionalmente facendomi sentire sempre parte attiva  di un grande progetto di collaborazione e soprattutto di crescita. Mi hanno aiutata a capire chi sono e cosa davvero voglio fare, insegnandomi il coraggio, la determinazione ma soprattutto trasmettendomi l’immensa passione e devozione per questo lavoro magnifico, ma pieno di difficoltà.Il senso profondo della mia esperienza in Effe Erre credo sia proprio questo, l’aver fatto parte di una seconda famiglia, e qualunque strada prenderò non dimenticherò mai dove e grazie a chi, ho mosso i miei primi passi.” Alessia Crocifoglio

“Lo stage in Effe Erre è stata un esperienza costruttiva non solo a livello professionale ma anche umano, grazie alle sorelle Alessandra e Roberta Saioni, nonché il mio ex collega Giovanni  ho imparato un bel po’ di cose ma soprattutto ho conosciuto l’importanza del tema della sostenibilità ambientale.Durante i mesi in azienda occupandomi di alcune fasi della gestione di un evento Green è maturato in me un senso di responsabilità e rispetto per l’ambiente che mi circonda.Non a caso l’oggetto del mio lavoro di tesi sui Green Port s e sulla Gestione dei  Rifiuti in ambito Marittimo – Portuale nasce da un idea maturata durante la mia vita da stagista.Oggi  dico grazie a  tutti voi  perché avete arricchito il mio bagaglio culturale,  ma soprattutto grazie perché credete in me.Il “gatto” di Effe Erre Congressi fa parte dei miei ricordi più belli.Susy Cangianiello

“Riassumo così i miei “primi” due anni partiti proprio da uno stage:
Dicembre 2010: 86 kg, 1 pacchetto di Merit al giorno, ” senza arte né parte”, hamburgher, patatine fritte e molto Dark.
Dicembre 2012: 71 kg, ex-fumatore, book creativo, sgombro e spinaci in barattolo di vetro (riciclato), abbastanza Green.
Tutto senza aver pagato una lira dallo Psicoterapeuta.La riconoscenza non sarà mai abbastanza. Giovanni Salzano

Parole che hanno il sapore  di speranza e di energia positiva.

Ed è per questo che abbiamo deciso di condividerle con tutti voi : l’energia positiva e la costruzione che vi auguriamo per questo Natale e per tutto il 2013.

Da tutti noi….  Buone feste!

Sandra, Roby, Giovanni e tutto lo staff

The Republic of Trainees

In a precarious time, brain drain and co.co.co and co.co.pro we woul like to try to give a different light to things, a different point of view.

Let you see the more famous “INTERNSHIP” through the eyes of people who has made this journey with our company.

It’s our way for thanking these young people who have managed to increase uniquely the human value  of “Effe Erre congressi”. So we have asked to some of them to tell us something about their experience with or company.

And so they replied:

Every new experience have an emotional burden where we deposit our personal expectations, fears, anxieties, and hopes… The Alessandra and Roberta Saioni’s example: two qualified professionals, two sisters so different, two wonderful women from whom learn the necessary tools being able to face the competitive world of work with serenity and harmony, as like family! I learned to believe in myself, to practice my potential, to not be afraid to face the future. I learned that behind a goodbye, are not hiding a farewell. Today, after one years, I ever feel an integral part of this wonderful family.” Raffaella Gravante

“Working for Effe Erre Congressi I met people who love their job, people who taught me so much and even gave me the opportunity to express my ideas. I also had the good fortune to participate in the embryonic step of their business branch which is focused on Green Meetings. I met a staff that works hard and paid attention to the detail … what about ? Amazing work experience.” Vincenzo Di Gennaro

“Like any history, this one has a beginning and it coincides with my interview at Effe Erre Congressi, when I met the Saioni’s sisters. In that time I was not confident about my chances and I was afraid not to have had a good impression of Roberta and Alessandra, therefore, you should understand the amazement when I was contacted to begin my internship with them. From that moment, I had an experience that changed me. I would like to thank Roberta and Alessandra not just for the trust that they have given on me ( I hope it has been repaid ) but also for their patience in communicating with people who, as like me, are approached to a whole new world like this one of congress and to the availability that they have given to me for my needs of continuing studying, for helping me to improve myself using simple but incisive words, for giving me the opportunity to visit extraordinary places, for making me feel part of a family, for having shared their fascinating life stories with me and for let me learn a lot of things that I did not know. I would like to thank Giovanni for being part of my life and sharing with me this piece of road and. . . at last but not least thanks to Siluro to the huge amount of pampering that has given to me ” Luigi De Caro

When I arrived to Effe Erre I was timid, insecure, self-conscious. After so many sacrifices finally I had the chance to measure myself with the world that I had always dreamed and imagined. Today, I conclude this experience more safer, aware and determined; I have to thank to Roberta and Alessandra, always careful and thoughtful guide who never stopped to support me even when I had more than one my mistake but especially two great Friends with whom I shared unforgettable months made of challenges, satisfactions but also many laughs. A few lines will never be enough to express how much they have enriched me personally and professionally and making me feel increasingly active part of a large project focused on collaboration and growth. They helped me to understand who I am and what I really eould like to do, teaching me the courage, determination and demonstrating me the immense passion and devotion for this wonderful work even if it is full of difficulties. The deep sense of my experience in Effe Erre I think is just this one, having been part of a second family, and every road I will take I’m sure that I will never forget where I took my first steps.” Alessia Crocifoglio


“The internship in Effe Erre was a constructive experience as professional then human, thanks to the Alessandra and Roberta Saioni’s sisters and my ex-colleague Giovanni I learned a lot of things but mostly I knew the importance of environmental sustainability. During the months, working of some of the management steps of a Green event has matured on me a sense of responsibility and respect for the environment that surrounds me. No coincidence that the subject of my thesis work regarding -Green Port and the Management of waste in the Maritime and Port area – was born from an idea developed during my life as an intern. Today I thank to all of you because you have enriched my cultural background and especially because you believe in me. The Effe Erre Congressi’s “cat” is part of my better memories.” Susy Cangianiello


“I summarize in this way my first two years started from an internship:
December 2010: 86 kg, 1 package of Merit a day, without work, hamburgers, french fries and… a very dark style.
December 2012: 71 kg, ex-smoker, creative book maker, mackerel and spinach (in glass jar recycled), All my life is Green now!
All of this without having paid a penny to the psychotherapist. Gratitude will never be enough.” Giovanni Salzano

Words that have the same flavor of hope and positive energy.

That’s why we decided to share this with all of you:

“The positive energy and construction that we wish for this Christmas and next year”

Happy Christmas Time !

Sandra, Roby, Giovanni and the entire Staff

Traduzione a cura di Hilary Di Leva

Follow us on

Share

Follow the Cat

Share

Molise e Campania. Congressualmente Vicine

La Delegazione Campania e Molise di Federcongressi&Eventi lo scorso 5 marzo ha organizzato un incontro con gli operatori del settore della Meeting Industry.
Presso l’hotel Ramada di Napoli, i molti esponenti della Meeting Industry hanno ribadito l’importanza del settore del congressuale per il rilancio economico e turistico  del territorio, e l’esigenza di creare rete tra gli operatori.
Il turismo congressuale è un valore aggiunto importante per l’economia di una città, di una regione e di tutto il Paese.
E’ miope parlare di turismo senza tenere conto degli effetti benefici della Meeting Industry.
Valorizzare una destinazione congressuale significa convogliare tutte  le forze sociali, comunicative e produttive del territorio.
La destagionalizzazione, l’indotto economico per tutta la destinazione sono alcuni degli aspetti. Un congresso porta in città persone di tutto il mondo con caratteristiche molte volte diverse rispetto al “turista” generico. Questo fenomeno di diversificazione assume perciò un importante valore sociale,  educativo e soprattutto economico.
Wikipedia a proposito dell’importanza economica del turismo congressuale:

“L’importanza economica che i congressi rivestono per il turismo si può riassumere nei seguenti punti.

▪   Si tratta di turisti altamente qualificati. Specialmente chi partecipa a congressi internazionali è ospitato in alberghi di categoria elevata. Spesso i congressisti sono accompagnati da persone di famiglia.
▪   Il periodo di soggiorno dei congressisti è più elevato rispetto alla permanenza media dei turisti ed è spesso più lungo della durata del congresso.
▪   L’utenza dei servizi turistici ed alberghieri, in periodi di media e bassa stagione contribuisce ad elevare l’occupazione del settore. I congressi si svolgono lungo tutto il periodo dell’anno, con eccezione dei periodi delle festività e di quelli dell’alta stagione.
▪   Effetti positivi sono determinati dalla pubblicità svolta a favore della località del congresso.
I congressisti svolgono un’attività di propaganda indiretta perché, trattandosi di persone qualificate, il loro giudizio sulle località da visitare , sul trattamento ricevuto e sull’organizzazione turistica e ricettiva, può influenzare l’orientamento di parenti e amici nella scelta delle vacanze.”

E’ chiaro che bisognerà fare un sforzo congiunto per attivare il circolo virtuoso che in parole semplici è stato appena descritto. Considerare la città, il territorio come un vero e proprio brand. Con le stesse azioni che una normale azienda  fa per promuovere il suo prodotto.
Il network assume pertanto un ruolo fondamentale  in questa fase.
E’ proprio questo l’obiettivo al centro della discussione dell’ evento. L’energia e l’esperienza dei diversi attori del sistema congressuale campano e molisano con lo scopo di valorizzare e sensibilizzare i cittadini ma anche le pubbliche amministrazioni a lavorare fianco a fianco per il rilancio della industria congressuale.

A proposito di network durante l’evento si è presentata la ” V Convention Nazionale di Federcongressi&eventi” il prossimo 15-16 Marzo al Centro Congressi Torino Incontra.

GET TOGETHER con la  delegazione Campania- Molise di Federcongressi&Eventi.

Per ulteriori Informazioni:

www.federcongressi.it

Giovanni Salzano

Molise and Campania. Near in Congress
The Delegation of Campania and Molise Federcongressi & Events on 5 March has organized a meeting with the operators of the Meeting Industry sector.
At the Ramada hotels in Naples, the many members of the Meeting Industry reiterated the importance of the congress sector for the economic and tourist revitalization of the area, and the need to create networks between operators.
Conference tourism is an important added value for the economy of a city, region and the country in general.
It is “myopic” to talk about tourism without thinking about the beneficial effects of the Meeting Industry.
Valuing a conference destination means combing all strenght, like social, communicative and productive of land.
The Seasonal adjustment, the economic impact for the entire destination are some of the total aspects. A conference in the city brings different people around all over the   world and with features sometimes more different than the “generic tourist”.
This diversification phenomenon therefore becomes an important social, educational and economic value.
Wikipedia about the economic importance of congress tourism:

“The economic importance of the congress for tourism can be summarized in the following points.
It is highly qualified tourists. Especially those who participate in international conferences are housed in a luxury hotels. Often the participants are accompanied by members of the family.

  • The period of congressmen living is higher than the average stay of tourists and is often longer than the duration of the congress.
    The use of tourist and hotel services in mid and low season helps to raise employment in the sector. The congresses are organized throughout the entire period of the year, with the exception of the holidays and the high season periods.
  • Positive effects are determined by the advertising carried out in favor of the location of the conference.The participants carry out an indirect propaganda because, as qualified people, their judgment about the places to visit, the treatment received and the organization and tourist accommodation, can influence the direction of relatives and friends in the choice of the holidays. “

It is just that the goal of the center of’ event thread. The energy and the experience of different parts of Campania and Molise congress system with the aim of   promote and raise the citizen but also public authorities, working together to relaunch congress industry.
It is clear that we must explain with simply world the process that has been just described. Considering the city, the territory as a real brand with the same actions that a normal company does for promote his product.
The network assumes a fundamental role in this phase.
About network during the event it was presented the “V National Convention Federcongressi & events” next March 15th and 16th at the Centro Congressi Torino Incontra.

GET TOGETHER with the delegation from Campania-Molise Federcongressi&Eventi.


For more information:
www.federcongressi.it

Giovanni Salzano

Traduzione a cura di Hilary Di Leva

Follow the Cat on :

Share

L’arte firmata Gravity

Abbiamo deciso di parlare e di raccontare una giovane artista campana:

Raffaella Gravante alias Gravity.

La incontriamo tre le sue opere , nel suo mondo fatto di colori, di immagini.

Un’ Artista eclettica spinta da una forte sensibilità verso il mondo che la circonda si appassiona alla fotografia sin da piccola .

La foto diviene per lei un puro strumento, punto di partenza per stravolgere quello che l’occhio cattura e i pixel disegnano.

Il colore, caratteristica essenziale delle sue elaborazioni digitali, è la chiave di tutto. Un mondo a colori per stravolgere la realtà che spesso non coincide con i suoi occhi e i suoi valori.

Cosi Gravity si racconta:

«Quando osservo, curiosa del mondo e di ciò che mi circonda, spesso quello che attira la mia attenzione non mi piace e così, come facevo da bambina, chiudo gli occhi e immagino come potrebbe essere. Cosi scatto  ed elaboro le mie foto, il mondo nella mia versione purificata».

Nelle sue parole c’è la vivacità, l’entusiasmo di chi ancora osserva il mondo con gli occhi di una bambina ma capace di condurre, attraverso i suoi eccentrici lavori, a profonde riflessioni sull’attuale società.

Gravity esporrà all’ ART EXPO VENEZIA dal 13 al 20 aprile uno dei  suoi  scatti concettuali  che conducono a riflessioni intime  e profonde. Opere che filtrano concetti, idee e a volta denunce.

Dal 17 al 30 Marzo 2012, Gravity  esporrà le sue opere presso la Sala Carlo V del Museo Civico del Maschio Angioino di Napoli per la  manifestazione di Arti Visive dal titolo: PIU’ FALSO DEL VERO.

E’ impegnata inoltre in un contest internazionale : il Premio Combat.

Da qui è possibile guardare e votare le sue opere:

http://www.premiocombat.it/gravity-11353

Per saperne di più:

www.gravitycolors.it

Click “ Mi Piace” on Facebook Fan Page

Giovanni Salzano

The Art signed Gravity

We decided to talk you about a young Italian artist:

Raffaella Gravante alias Gravity.

We met her between her works, in her world of images and colors.

An eclectic artist driven by a strong sensitivity to the world and a strong passion for photography that she carry on since her childhood.

The photography becomes for her a mere instrument, a starting point for distorting what the eye catching and pixels draws.

The color, essential characteristic of its digital processing, is the key of her work. A colorful world to distort the reality that often does not coincide with her eyes and her life value.

So Gravity is told:

“When I curious watch the world and what surrounds me, the things that often attracts my attention are not beautiful as I think it could be and so, as like I was a child, I close my eyes and I imagine how all this things could be, then I click and start elaborating my photos. In my work I have the imagine of the world in my purified version “.

In her words there is the liveliness and the enthusiasm of those who still sees the world through the eyes of a child but able to lead, through her eccentric works, to profound reflections on modern society.

Gravity will exhibit one of her conceptual shots that lead to intimate and profound reflections at ART EXPO VENICE on 13th to 20th of April. Her Works filter concepts, ideas and sometimes complaints.

From 17th to 30th of March 2012, Gravity will exhibit her works at the Sala Carlo V of the Museo Civico del Maschio Angioino di Napoli for the manifestation of Visual Arts entitled: “PIU’ FALSO DEL VERO”

She is also engaged in an international contest: Il Premio Combat

Here you can watch and vote his works:

http://www.premiocombat.it/gravity-11353

More news:

www.gravitycolors.it

Click “ Like ” on Facebook Fan Page

Giovanni Salzano

Traduzione a cura di Hilary Di Leva

Follow us on :

Share

Parole e Colori

Italia: inflazione record degli ultimi 3 anni.
Galoppano i prezzi di benzina e gasolio
Juncker: “L’Europa è sull’orlo della recessione
(La Repubblica, 4 Gennaio 2012)

Istat, schizza l’inflazione: +2,8% nel 2011
Borse europee in calo, risale lo spread
(Il Mattino, 4 gennaio 2012)

Giovani, il lavoro si trova
 grazie ad amici e parenti
Il rapporto Eurostat: due su tre
si affidano alle “conoscenze
( La Stampa, 7 Gennaio 2012)

Tante parole.
Crisi, allarme, spread, politica, tagli, inflazione.
Parole scritte, discusse, urlate. Parole che entrano dentro e ci demotivano, ci stressano, ci deludono.
Parole che ritornano continuamente ( la parola “spread” è molto di moda, ma esisteva prima?).
Dentro le parole ci sono circostanze, verità. Nascondono un concetto, un pensiero.
E’ vero “la situazione non è buona” (cit. Adriano Celentano) ma bisogna ricominciare a dare un senso a tutte le parole.
Abbiamo bisogno di dosi massicce di parole tipo ottimismo, colore, positività. Parole che ci portano a circa 8.000 km da qui, l’India, un puntino variopinto sul mappamondo.
E’ lì in quelle terre affascinanti non prive di gravi problemi che ogni anno si festeggia l’Holi Festival, una delle feste più attese dell’anno. L’Holi Festival celebra l’inizio della primavera.
Holi significa “brucia” e lo spirito del male viene simbolicamente bruciato. La ricorrenza ha inizio con lo spargimento di polvere colorata, canti e balli. E’ una festa collettiva che coinvolge tutta la popolazione. Tutti si abbracciano, si baciano, cantano, ballano e suonano per far trionfare l’amore. Infatti, questa è la festa dell’amore, della passione, della gioia, della fratellanza e del colore.
Durante l’Holi Festival, le persone si buttano addosso secchi di vernice colorata, trasformandosi in veri e propri arcobaleni e girano per le città e i villaggi con i volti dipinti. E’ trionfo del bene sul male, la rivincita del colore sul grigio e sul nero.
È un modo per prendersi del tempo, per dimenticare qualsiasi sentimento negativo, per far trionfare l’amore in tutte le sue sfumature di colore.
E allora blu, verde, rosa a colorare persone, strade, villaggi. Corpi che ballano, che si toccano che inneggiano alla vita. Secchiate e gavettoni di pigmenti colorati. Cibi e doni.
Un popolo in festa. Le donne sciolgono i capelli, gli uomini le corteggiano e “fanno i pazzi”. I bambini giocano. Due giorni dove i problemi possono aspettare e stare in quarantena. Una festa positiva, ottimista. Dovremmo imparare a guardare e ad attingere da altre culture. Dovremmo imparare a capire l‘importanza del tempo. L’Holi festival rappresenta una sorta di stand by colorato. La volontà di tutti di riprendersi almeno qualche giorno l’anno per colorare l’umore.
Per leggere fumetti e non quotidiani. Per dare un senso, appunto, alle parole.
Il 13 gennaio effe erre congressi presenterà nell’affascinante “Complesso Monumentale di San Francesco delle Monache” un viaggio, un percorso per le terre Indiane tra Gujarat e l’Holi Festival E’ un modo per perdersi in terre misteriose, un modo per parlare di altro, per pronunciare altre parole. Invitiamo tutti voi  a visitare il nostro blog  e il video di presentazione per tutti i dettagli di questo pomeriggio che ci auguriamo  possa essere un momento di riflessione positiva.

Giovanni Salzano

Follow us on / Il Video di Presentazione su You Tube

Words and Colors

Italy: record of inflation of the last three years.
Galloping prices of petrol and diesel
Juncker: “Europe is on the brink of recession
(La Repubblica, January 4, 2012)

Istat, Inflation: + 2.8% in 2011
European Stock down, rise again the spread
(Il Mattino, January 4, 2012)

Youth, finding work thanks to friends and family

The Eurostat report: two out of three rely on “knowledge”

(La Stampa, January 7, 2012)

Many words.
Crisis, alarms, spread, politic, cuts, inflation.
Words written, discussed, shouted. Words that demotivate, stressed and disappoint us.
Words that continually return (the word “spread” is very fashionable, but it existed before?).
Inside the words there are circumstancial situations and truth. Hiding a concept, a thought. It is true, “the situation is not good” (cit. Adriano Celentano) but you have to start to make sense of all the words.

We need great doses of words like optimism, color, positivity. Words that lead us to some 8000km from here: India; a colorful dot on the world map. Is in that fascinating lands, with serious problems, that every year is celebrated the “Holi Festival”, one of the most popular and anticipated holidays in the year.

Holi Festival celebrates the beginning of spring. Holi means “burning” and the evil spirit is symbolically burned. The celebration begins with spreading of colored powder, singing and dancing. It is a collective party which involves the entire population. All of them hugging, kissing, singing, dancing and playing for the triumph of love. In fact, this is the feast of love, passion, joy, brotherhood and color.

During Holi festival, people throw themselves buckets of colorful paint, becoming real rainbows and walking on the cities and villages with painted faces. It is the triumph of good over evil, revenge on the colors against gray and black. It is a way to take time forgetting any negative feeling, for the triumph of love in all its shades of color. So blue, green, pink, all together coloring people, streets and villages. Bodies dancing, touching, lauding life. Water balloons and buckets of colored pigments. Food and gifts.

All people in celebration. Women dissolve the hair, men courting and “becoming crazy”. Children playing. Two days where problems can wait. A positive and optimistic party.

We should learn to look and take the best from other cultures. We should learn to understand the importance of time.

Holi festival represent a colorful stand – by. The willingness of everyone to recover few days a year to color their mood. To read comics and not newspapers. To give a sense to the words.

January 13th, Effe Erre Congressi will present the fascinating “ Complesso Monumentale di San Francesco delle Monache ” a journey in to the Indian lands between Gujarat and the Holi Festival. It is a way to get lost in the mysterious land, a way to talk about other things, to pronounce other words.

We invite all of you to visit our blog and video presentation for all the details of this afternoon and we hope will be a moment of positive reflection.

Giovanni Salzano

Traduzione a cura di Hilary Di Leva

TWITTER

Share

Riuso e Creatività

L’occasione è il Convegno Nazionale della Rete Onu (Organizzazione Nazionale Operatori dell’Usato), che si è svolto a Napoli, presso il Maschio Angioino il 21 e 22 Novembre scorso. Effe Erre Congressi ha sostenuto l’iniziativa, coinvolti dall’entusiasmo del nostro amico Augusto Lacala, fondatore della storica Associazione Bidonville, che da tanti anni si occupa dei temi del riciclo e riuso. www.reteonu.it

Così Augusto La Cala , presidente della Rete Onu, ci racconta il mondo dell’usato.

“Usato come nuovo, usato perché ecologico, usato perchè non posso fare altrimenti, usato perché mi ricorda qualcosa o qualcuno: le cose hanno una vita che ci riguarda da vicino. Molto di più di quanto crediamo.Potrebbero essere loro il fulcro della civiltà del terzo millennio.(Guido Viale-La Civiltà del Riuso ed. La Terza).”

Al centro i temi quali il riuso e l’ecosostenibilità. Un convegno che ha stimolato idee e nuove prospettive di approccio alle cose. Abbiamo conosciuto i ragazzi de “L’Occhio del Riciclone”, parte attiva di questo convegno, e scoperto le loro fantastiche creazioni. www.occhiodelriciclone.com

Un mondo fatto di creatività, ecologia.

Una sorta di ” CREABILITA’ Ecosostenibile“.

Perché reinventare, ricreare, montare , smontare, immaginare usi diversi fa bene all’ambiente, alle tasche ma anche all’umore.

Si sono aperte una serie infinite di possibilità, idee.

E così spinti dall’entusiasmo siamo tutti finiti al Mercatino di Resina, rapiti dal vintage e dalla possibilità di far rivivere vecchi jeans smandrappati. E poi alla Fiera del Baratto e dell’Usato. Ne siamo usciti tutti molto “glamour” e con la carta di credito più o meno sana. Abbiamo visto con altri occhi gli spazi in abbandono o sottoutilizzati della nostra città, li abbiamo trasformati in luoghi vivi e creativi. Così un vecchio magazzino abbandonato, vicino la stazione per noi è diventata location alternativa per eventi. L’ abbiamo immaginata piena di artisti, studenti e artigiani. E poi abbiamo cominciato a guardare i rifiuti. A considerarli una risorsa. Abbiamo recuperato dal grande sacco della plastica e dell’alluminio le bottiglie del latte che sono diventate lampade molto originali. E l’oblò della vecchia lavatrice un utilissimo e resistente porta frutta.

È tempo di crisi, è tempo di Natale. E’ stata una scoperta illuminante. Armati di colla e pochi rudimenti di Bricolage tutti a lavoro a preparare i nostri regali. Perché è un regalo originale, romantico (e anche economico): parla di noi, delle nostre idee. Del nostro personalissimo modo di vedere le cose. Stanchi di sciarpe e guanti, siamo pronti per confezionare i regali con i fogli delle riviste che prima erano pronte per il bidone della carta.

Siamo certi che questo sia il futuro. Entusiasti vogliamo condividere questa nostra ” avventura” nel mondo dell’usato e nella “CREABILITA’”.

E’ anche il nostro modo di augurare un buon Natale. Un Natale creativo, positivo. Il nostro modo di fare un regalo anche all’ambiente.

Abbiamo postato sul profilo effe erre alcune foto delle nostre “invenzioni”. Avremmo voglia di creare una “Community” di CREABILI. Quindi invitiamo tutti a postare foto, articoli, idee. Siamo pronti per copiare, argomentare e inventarci nuove cose.

… e che sia un un Buon Natale!

Follow us on

Share




 

dicembre: 2017
L M M G V S D
« mar    
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031